Le crostatine con panna cotta alle fragole sono dei dolci monoporzione perfetti per ricorrenze come la Festa della Mamma o per stupire i commensali alla fine di un pasto. Sono realizzate con una base di pasta frolla al limone e un ripieno di panna cotta alle fragole, sormontato da fragole fresche.

La ricetta è davvero semplice e il risultato saranno delle crostatine non sono soltanto golose, ma anche bellissime e delicate nel gusto e nel colore. L’emblema della primavera, visto che sono realizzate con la frutta fresca tipica di questa stagione, ossia le fragole.

Con le dosi di seguito, potrete realizzare circa 12-14 crostatine. Dipende dalla grandezza degli stampi utilizzati. Io ho usato degli stampi per crostatine moderne da 10 cm di diametro. Se preferite, potete usare anche la frolla per rivestire uno stampo grande per crostata da 22-24 cm. In questo caso, i tempi di cottura si allungano a circa 40 minuti, a seconda del forno e dello spessore della frolla, che dovrebbe essere comunque di circa 3 mm.

Due consigli prima di iniziare: preparate la pasta frolla al limone il giorno prima di realizzare il dolce e tirate fuori dal frigorifero il burro un’ora prima di iniziare a fare la frolla, così avrà il tempo di ammorbidirsi.

Ma vediamo in dettaglio tutti gli ingredienti e gli step per preparare queste deliziose crostatine alla panna cotta e fragole.

Ingredienti crostatine panna cotta e fragole

Ingredienti pasta frolla al limone

Quantità Ingrediente
250 gr Farina 00
125 gr Zucchero a velo
150 gr Burro a temperatura ambiente
1 Uovo medio
1 Limone (scorza grattugiata)
1 gr Sale

Per la panna cotta alle fragole

Quantità Ingrediente
500 ml Panna fresca per dolci
120 gr Zucchero
250 gr Fragole
10 gr Colla di pesce
1 bacca Vaniglia o 1 bustina di vanillina

Per decorare

Quantità Ingrediente
q.b. Fragole fresche

Come fare le crostatine con panna cotta alle fragole

Per preparare le crostatine con panna cotta alle fragole, iniziate dalla pasta frolla al limone: in una ciotola o planetaria, lavorate il burro a temperatura ambiente – deve essere morbido – con lo zucchero a velo e la scorza grattugiata del limone.

Unite il sale, la farina e l’uovo e lavorate il tutto velocemente con le mani o con la foglia in planetaria per amalgamare gli ingredienti. L’impasto risulterà molto morbido.

Versate l’impasto su della pellicola per alimenti, schiacciatelo e avvolgetelo nella pellicola, quindi riponetelo in frigorifero per almeno 2-3 ore, meglio ancora se per tutta la notte.

pasta frolla al limone

Dopo il tempo di riposo, lavorate un po’ l’impasto con le mani, così da ammorbidirlo. Stendetelo con un mattarello su un ripiano ben infarinato a uno spessore di 2-3 mm e ricavate dei cerchi, con cui rivestire degli stampi da crostatine precedentemente imburrati. Eliminate la frolla che fuoriesce passando un coltellino sui bordi.

In questo caso, avendo usato degli stampi per crostatine moderne con la base aperta, ho ricavato dei cerchi corrispondenti alla base e poi delle strisce che ho fatto aderire lungo i bordi e sul punto di giuntura con la base, così da creare dei cestini. Se usate degli stampi classici, ricavate dei cerchi più larghi della loro circonferenza e rivestite ogni stampo, sia base che bordi, con il cerchio di frolla, eliminando sempre l’eccesso con un coltellino.

Bucherellate la base delle crostatine, poggiatevi sopra dei rettangoli di carta forno e versatevi dei fagioli o del sale grosso per fare peso ed evitare che la base della frolla possa gonfiare in cottura.

Cuocete le crostatine in forno statico pre-riscaldato a 180 °C per 10 minuti, poi eliminate fagioli e carta forno e proseguite la cottura per altri 5-10 minuti o finché la base sarà dorata. Attenzione che non si scurisca troppo. Il tempo di cottura dipenderà sia dal vostro forno che dallo spessore della frolla: più spessa sarà, più tempo ci vorrà e viceversa.

Tirate fuori dal forno le crostatine e lasciatele raffreddare completamente a temperatura ambiente.

A quel punto, preparate la panna cotta alle fragole: pulite le fragole eliminando il picciolo, quindi tagliate le fragole a pezzi e frullatele con un robot da cucina, così da ottenere una purea. Filtrate quest’ultima attraverso un colino.

Mettete in ammollo la colla di pesce in acqua fredda per 10 minuti. Nel frattempo, mettete in un tegame la panna liquida per dolci, lo zucchero, i semi della bacca di vaniglia e il guscio (o la vanillina, in alternativa). Unite anche le fragole frullate.

Mescolate e portate il composto a sfiorare il bollore, mescolando di tanto in tanto per far sciogliere lo zucchero. Spegnete ed eliminate il guscio della bacca.

Strizzate bene la colla di pesce e unitela al composto caldo, quindi mescolate per farla sciogliere.

panna cotta alle fragole per crostatine

Versate la panna cotta alle fragole nei gusci di frolla e lasciate raffreddare prima a temperatura ambiente e poi in frigorifero per almeno 3 ore.

Trascorso il tempo, la panna cotta si sarà solidificata e potrete decorate le crostatine con fragole fresche tagliate a fettine.

preparazione crostatine con panna cotta alle fragole

Portate in tavola e mangiate!

crostatine panna cotta fragole
ricetta crostata panna cotta fragole

Conservazione

Le crostatine si conservono in frigorifero per un massimo di 2-3 giorni, chiuse in un contenitore ermetico.

Varianti

Crostata panna cotta e fragole

Invece di preparare le crostatine, potreste usare la stessa frolla al limone per realizzare una crostata grande in uno stampo da 22-24 cm, da farcire con una panna cotta classica, decorata con fragole fresche. Per la panna cotta classica, usate 500 ml di panna, 1 bacca di vaniglia, 80 g di zucchero e 8 g di colla di pesce. Il procedimento è uguale a quello della ricetta della panna cotta alle fragole, con la differenza che non vi sono le fragole frullate al suo interno. Quindi mettete la panna, la vaniglia (semi + guscio) e lo zucchero in un tegame e portate a sfiorare il bollore; spegnete e unite la colla di pesce strizzata (e precedentemente ammollata in acqua fredda per 10 minuti). Poi continuate come da ricetta, riempiendo il guscio della crostata e decorando con fragole fresche, una volta che la panna cotta si sarà solidificata in frigorifero.

Crostata panna cotta e frutti di bosco

Seguite lo stesso procedimento della crostata panna cotta e fragole, con la differenza che la decorazione verrà fatta con frutti di bosco freschi. In alternativa, potete frullare i frutti di bosco per preparare una panna cotta ai frutti di bosco, seguendo la ricetta della panna cotta alle fragole dove sostituire le fragole con i frutti di bosco. In questo caso, aggiungete 10 g di zucchero in più, visto che i frutti di bosco sono meno dolci e più aspri delle fragole.

Una vasata e alla prossima ricetta! 🙂


Se vi è piaciuta questa ricetta, provate anche la ricetta della PANNA COTTA AL COCCO CON COULIS DI FRUTTI DI BOSCO.

  • 1
    Share