La pasta frolla al pistacchio è una base per dolci come crostate, tartellette e biscotti, realizzata con farina di pistacchi, farina 00, burro, zucchero, uova e sale.

Potete prepararla con le mani oppure utilizzando una planetaria. In ogni caso, il segreto è lavorare poco il composto, così da non far sviluppare il glutine, che è nemico della frolla.

La ricetta è veloce e non richiede un eccessivo tempo di riposo in frigorifero. Di seguito, vi mostro non soltanto gli ingredienti e gli step di preparazione, ma anche le diverse modalità di cotture della frolla, una base di pasticceria super versatile e golosa.

Ingredienti pasta frolla al pistacchio

Quantità Ingrediente
350 gr Farina 00
100 gr Farina di pistacchi
150 gr Burro freddo
150 gr Zucchero
3 Uova medie
1 pizzico Sale
ingredienti frolla al pistacchio

Preparazione pasta frolla al pistacchio

Preparare la pasta frolla al pistacchio è facilissimo. Per prima cosa, mettete in un mixer la farina 00 e il burro freddo a pezzetti. Azionate il mixer fino ad ottenere delle briciole. Se non avete un mixer, potete unire i due ingredienti in una ciotola con le mani, lavorando con i polpastrelli per non surriscaldare troppo il burro.

burro e farina nel mixer

Se avete un mixer abbastanza capiente, potete unire tutti gli altri ingredienti e mixare per qualche secondo, fino ad avere un composto ben amalgamato. E avete finito! In caso contrario, spostate le briciole di burro e farina in planetaria, unite tutti gli altri ingredienti e impastate con la foglia. Anche qua, se non avete una planetaria, potete tranquillamente procedere impastando con le mani, cercando di non lavorare troppo l’impasto, così da non fargli sviluppare glutine, che incide sul risultato finale.

ricetta frolla al pistacchio

È importante che le uova siano di media grandezza (circa 50 g pesate senza guscio), perché, se usate le uova grandi, l’impasto avrà più liquido e, di conseguenza, risulterà troppo morbido e appiccicoso. Se dovesse risultare troppo morbido, unite qualche cucchiaio di farina 00.

Formate un panetto su un ripiano ben infarinato, avvolgetelo nella pellicola per alimenti e riponetelo in frigorifero per almeno un’ora.

pasta frolla al pistacchio

Come utilizzare e cuocere la frolla

Una volta trascorso il tempo di riposo, riprendete l’impasto al pistacchio dal frigorifero, rimuovete la pellicola e stendetelo su un ripiano ben infarinato, ricordandovi di infarinare anche la parte superiore del panetto, così da non farlo attaccare al mattarello quando lo stendete. Se preferite, potete stendere la frolla al pistacchio tra due fogli di carta forno.

L’ideale sarebbe mantenere un’altezza di circa 3 mm, perché una buona crostata non deve essere troppo spessa. Spostate delicatamente la pasta frolla nella teglia o negli stampi scelti, precedentemente imburrati. Bucherellate il fondo della frolla con i rebbi della forchetta, per non far alzare la base della frolla in cottura.

Per cuocere la frolla, ci sono due diverse modalità: la cottura in bianco (senza ripieno) e quella con il ripieno.

Per la cottura in bianco, basterà adagiare sul guscio di frolla bucherellato un foglio di carta forno e riempire la cavità con fagioli secchi, sale grosso o un altro peso che non permetterà alla frolla di gonfiare, mantenendo la sua forma e il suo guscio che accoglierà, una volta freddo, il ripieno scelto. La cottura varia a seconda della forma scelta e del forno. Più grandi sono gli stampi, più tempo di vorrà per la cottura e viceversa.

Per una crostata rotonda media (24-26 cm), solitamente io procedo con una cottura a 180 °C per 30 minuti con i fagioli, poi 5-10 minuti senza fagioli. Per crostatine più piccole: 180 °C per 20 minuti, poi 5-7 minuti senza. Le tartellette ci stanno ancora meno: circa 10-15 minuti in totale.

Sformate subito la crostata e fatela raffreddare prima di procedere con la farcitura.

Per la crostata ripiena, la differenza è che non dovrete mettere carta forno e fagioli sul guscio, ma dovete farcire direttamente la cavità con il ripieno scelto. Utilizzate una parte di frolla per formare una copertura con strisce o altri disegni. Per la cottura, solitamente il tempo aumenta e cambia a seconda del ripieno, oltre che del forno (quello sempre). Una cottura a 180 °C per 40-45 minuti dovrebbe andare bene.

Provate a usare la pasta frolla al pistacchio per realizzare crostate con differenti ripieni. Vi lascio due esempi in cui potete sostituire la frolla della ricetta originale con questa al pistacchio (una ricetta è con cottura in bianco e l’altra con ripieno): crostata di ricotta e cioccolato e crostata di mele e crema pasticcera.

Per i biscotti al pistacchio, stendete l’impasto, coppatelo con le forme preferite e cuocete i biscotti di frolla al pistacchio su una teglia coperta da carta forno, a 180 °C per circa 15-20 minuti (dipende dalla grandezza dei biscotti e, come sempre, dal forno).

Una vasata e alla prossima ricetta! 🙂