Le polpette di ricotta e spinaci sono polpette vegetariane fritte, ottime come antipasto o secondo piatto, da preparare in pochi e semplici step.

La ricetta delle polpette è facilissima. L’accortezza da seguire è quella di scolare bene la ricotta prima di usarla, in modo tale che rilascerà la sua acqua e il composto finale sarà più asciutto. Stessa cosa per gli spinaci, che dovranno essere ben scolati, una volta cotti.

Questi bocconcini sfiziosi piaceranno a vegetariani e non, e sono anche un ottimo modo per far mangiare le verdure ai bambini.

Per darvi qualche idea e variante in più, in queste polpettine vegetariane potete sostituire gli spinaci cotti con altra verdura, come i funghi e le zucchine. La regola è sempre quella di cuocere a parte la verdura e poi amalgamarla alla ricotta e agli altri ingredienti. Alla fine della ricetta troverete i dettagli di queste e altre gustose varianti.

Se siete in cerca di ricette vegetariane simili, provate anche le polpette di verdure al sugo, ma intanto vediamo di seguito come preparare le polpette di ricotta e spinaci fritte.

Ingredienti polpette ricotta e spinaci

Per 16-18 polpette

Quantità Ingrediente
300 gr Ricotta
200 gr Spinaci freschi o surgelati
1 Uovo
50 gr Pangrattato
30 gr Parmigiano grattugiato
q.b. Sale
q.b. Pepe

Per friggere

Quantità Ingrediente
q.b. Olio di oliva

Per la panatura

Quantità Ingrediente
q.b. Pangrattato
ingredienti polpette ricotta spinaci

Preparazione polpette di ricotta e spinaci fritte

Preparare le polpette di ricotta e spinaci è facilissimo. Per prima cosa, mettete a scolare la ricotta in un setaccio per almeno due ore, in modo tale che possa perdere il suo liquido e sia ben asciutta.

Nel frattempo, lessate gli spinaci freschi o surgelati in acqua bollente salata per 10 minuti. Scolateli bene affinché perdano tutta l’acqua, schiacciandoli nel setaccio con un cucchiaio, quindi tenete da parte e lasciateli intiepidire.

In un’ampia ciotola, versate la ricotta e ammorbiditela con un cucchiaio. Unite gli spinaci cotti, sfilacciandoli con le mani. Aggiungete una presa di sale, una spolverata di pepe, l’uovo e il parmigiano grattugiato, quindi mescolate con un cucchiaio.

impasto polpette vegetariane

Unite anche il pangrattato e mescolate prima con un cucchiaio e poi con le mani, finché il composto sarà ben compatto e amalgamato. Se necessario, aggiungete altro pangrattato gradualmente, fino ad avere un composto che si possa facilmente prendere e modellare con le mani.

impasto polpette con pangrattato

Versate abbondante pangrattato in una boule per la copertura delle polpette di ricotta e tenetelo vicino alla ciotola con l’impasto. Prendete un po’ di impasto e formate delle palline grandi quanto una noce; poi passate ogni polpetta nel pangrattato, girandola bene, così da coprire tutta la superficie.

polpette nel pangrattato

Continuate così fino a esaurimento dell’impasto. Man mano, adagiate le polpette su un tagliere o un vassoio coperto da carta forno. Tenete da parte.

preparazione polpette con spinaci

In un’ampia padella, versate due dita di olio extravergine di oliva e accendete il fuoco per scaldarlo. Una volta arrivato alla temperatura di 170 °C, adagiatevi 5-6 polpette alla volta (il numero di polpette da friggere contemporaneamente dipende dall’ampiezza della padella) e friggete per qualche minuto, girandole di tanto in tanto, così da avere una cottura uniforme. Quando sono pronte, spostate le polpette di ricotta e spinaci in una ciotola coperta da carta assorbente, così da assorbire l’olio in eccesso.

frittura polpette spinaci ricotta

Servitele calde.

polpette di ricotta e spinaci
ricetta polpette ricotta e spinaci
polpette vegetariane fritte con ricotta e spinaci

Varianti

Polpette ricotta e spinaci con mozzarella

Se volete arricchire e rendere ancora più gustose le polpette di ricotta e spinaci, potete inserire 1-2 cubetti di mozzarella all’interno di ogni pallina, prima di passarle nel pangrattato. Friggendole, il calore farà sciogliere la mozzarella, generando un fantastico effetto filante.

Polpette cotte al forno

Per una versione light, è possibile cuocere le polpette in forno. In questo caso, dopo averle panate, basterà posizionarle su una placca coperta da carta forno, versarvi sopra un filo d’olio e cuocerle in forno statico pre-riscaldato a 180 °C per 30 minuti o finché saranno dorate.

Polpette di ricotta e spinaci al sugo

Se preferite una versione di polpette al sugo, in un’ampia padella fate rosolare della cipolla tritata su un fondo di olio di oliva; unitevi la salsa di pomodoro, salate, pepate e fate cuocere per 30 minuti a fuoco basso. Aggiungete le polpette precedentemente cotte al forno o fritte e lasciate cuocere per altri 10 minuti.

Polpette di spinaci e ricotta senza uova

Potete preparare le polpette anche senza uova, sostituendole con 100 g di patate lessate e schiacciate, oppure omettendole completamente nella ricetta. Nel primo caso, potete cuocerle tranquillamente sia in padella che in forno, mentre nel secondo caso – cioè quando omettete completamente l’uovo senza sostituirlo con le patate – dovreste cuocere le polpette in forno, altrimenti si sfalderebbero con gli altri metodi di cottura. Sono comunque buone in tutti i modi. 🙂

Polpette di ricotta e funghi

Nel caso dei funghi, potete cuocerli tagliati a fettine con un po’ di sale, pepe, olio e prezzemolo in padella per 15 minuti con coperchio, aggiungendo poca acqua, se necessario (i funghi rilasciano già di loro molta acqua). Una volta che saranno cotti e l’acqua evaporata, potete poi unire i funghi alla ricotta lasciandoli a pezzi, oppure tritandoli più piccoli con il coltello, per poi proseguire come da ricetta.

Polpette di ricotta e zucchine

Per la variante con le zucchine, invece, potete grattugiare le zucchine a listarelle – dalla parte della grattugia con il buco più largo – e cuocerle in padella con un po’ di cipolla tritata, sale, pepe, olio e un bicchiere di acqua per circa 10 minuti. Appena saranno cotte e l’acqua sarà evaporata, potete unire le zucchine alla ricotta e proseguire come da ricetta.

Queste ultime, sono entrambe ottime varianti da provare e adattare alla stagionalità delle verdure.

Come conservare le polpette

Qualora dovesse avanzarvi qualche polpetta, potete conservarle in frigorifero in un contenitore ermetico per un massimo di due giorni. Potete mangiarle anche fredde, ma per farle tornare come appena fatte vi basterà passarle nell’olio caldo per pochi secondi.

Se, invece, voleste congelare le polpette, fatelo prima di cuocerle, dopo averle panate: prima fatele congelare su una teglia, ben distanziate, e poi spostatele in un sacchetto da freezer, dove occuperanno meno spazio.

Al momento di friggerle o cuocerle in forno, potete farlo direttamente da congelate finché saranno dorate.

Una vasata e alla prossima ricetta! 🙂

  • 5
    Shares