La pasta frolla è una delle preparazioni base della pasticceria, così versatile da essere utilizzata in diverse ricette, sia dolci che salate, come crostate, tartellette e quiche.

Oggi vi propongo una variante della pasta frolla tradizionale: la pasta frolla alla vaniglia, ideale per ricette dolci. Il metodo utilizzato per realizzare la pasta frolla alla vaniglia è quello classico, cioè si inizia lavorando la materia grassa (burro, in questo caso) con lo zucchero, poi si uniscono le uova e, per ultimo, la farina.
La realizzazione della ricetta vi verrà più semplice se avete una planetaria, ma, qualora non l’aveste, potrete tranquillamente impastare a mano.

Per chi non lo sapesse, il termine “frolla” deriva da “frollare“, cioè il tempo necessario alla carne per intenerirsi. In pasticceria, questo termine indica il tempo di riposo necessario all’impasto prima di essere utilizzato.

Ma adesso mettiamoci all’opera e vediamo come realizzare la frolla alla vaniglia!

INGREDIENTI:
500 g di farina 00
300 g di burro a temperatura ambiente
250 g di zucchero a velo
1 bacca di vaniglia
90 g di uova
2 g di saleingredienti pasta frolla alla vanigliaPREPARAZIONE:
Per preparare la pasta frolla alla vaniglia, ammorbidite il burro in planetaria con una frusta a foglia. N.B.: Dovete solo ammorbidirlo per renderlo plastico, non montarlo.burro-ammorbidito Aggiungete lo zucchero, le uova, il sale e i semi della bacca di vaniglia (cioè la polpa interna; il guscio non vi serve) e lavorate con la frusta a foglia. frolla-alla-vaniglia_preparazionePer ultimo, unite la farina e impastate fino ad avere un impasto ben amalgamato e liscio. Formate un panetto e copritelo con pellicola trasparente; poi mettetelo in frigorifero per 24 ore.frolla-alla-vaniglia_ricetta2Trascorso il tempo, riprendete la frolla, stendetela con un mattarello su un piano ben infarinato e utilizzatela per crostate, tartellette o altri dolci a base di frolla.

Un consiglio: non stendete il panetto direttamente, ma prima ammorbiditelo un po’ con le mani per una resa finale migliore. L’importante è non lavorarlo troppo, altrimenti la frolla si restringe in cottura.pasta_frolla_alla_vanigliaUna vasata e alla prossima ricetta! 🙂