Il pesto alla genovese è uno dei condimenti più famosi d’Italia, utilizzato principalmente per condire i primi piatti. Come si intuisce dal nome stesso, il pesto alla genovese è una ricetta tipica della Liguria, una salsa fredda realizzata, secondo tradizione, pestando le foglie di basilico con gli altri ingredienti, tutto rigorosamente a freddo, affinché vengano mantenute le loro proprietà organolettiche.

Oggi vi propongo una ricetta del pesto genovese fatto in casa ancora più semplice, che consiste nel frullare tutti gli ingredienti in un mixer o frullatore, senza quindi utilizzare il mortaio e il pestello, che forse oggigiorno non tutti hanno in casa… colpa della tecnologia!

Vediamo allora come fare il pesto alla genovese in un solo step.

INGREDIENTI per 100 g di pesto di basilico:
36 foglie grosse di basilico
1 cucchiaio di pinoli
2 cucchiai di pecorino grattugiato
2 cucchiai di parmigiano grattugiato
6 cucchiai di olio
1 spicchio grosso di aglio
1/4 di cucchiaino di saleingredienti pesto alla genovese

PREPARAZIONE:
Lavate le foglie di basilico e asciugatele bene con delicatezza. Poi mettetele in un mixer o frullatore insieme a tutti gli altri ingredienti e frullate a intermittenza, fino ad avere una salsa morbida e granulosa.
Frullare a intermittenza e non in maniera continuativa è importante perché così le lame non si surriscalderanno e non renderanno troppo liquido il composto.pesto_alla_genovese_preparazioneEt voilà! Il pesto alla genovese è già pronto per l’utilizzo 🙂 Non è la ricetta più facile e veloce del mondopesto_alla_genovese_ricettapesto_alla_genoveseSe non lo consumate subito tutto, ecco un consiglio per conservare al meglio il pesto alla genovese: mettetelo in un contenitore ermetico e coprite la superficie con un filo d’olio. In questo modo, si conserva per qualche giorno.

Giusto per concludere con una curiosità, a Genova dal 2007 ha luogo il campionato del mondo di pesto al mortaio, per celebrare la tradizione

Una vasata e alla prossima ricetta! 🙂