Lo sfincione palermitano, anche chiamato “u sfinciuni”, è il simbolo dello street food del capoluogo siciliano. Questa tipica ricetta palermitana prevede una base di pane pizza morbido e lievitato, condita con una salsa deliziosa a base di pomodoro, cipolle, acciughe, caciocavallo e tanto, tanto origano!

Chiunque venga a Palermo potrà vedere gli “sfincionari” – ossia gli addetti alla vendita dello sfincione – posizionati negli angoli più disparati della città con i loro inconfondibili carretti, pronti a deliziare turisti e concittadini, richiamati dal suono di “chi ciavuru, uoara u sfuirnavu!”, irresistibile come il canto delle sirene per Ulisse. Per i non palermitani, la frase in questione significa “che odore, ora l’ho sfornato!”; un invito ad approfittare della freschezza del prodotto appena uscito dal forno. Da brava palermitana, quando becco uno sfincionaro per strada, l’assaggio è d’obbligo. E chi vi resiste?

Se vi ho incuriosito e vi state chiedendo come fare lo sfincione palermitano, ve lo spiego io nella ricetta che trovate di seguito, tramandata dalla mia cara zia Lina, infallibile in cucina.

INGREDIENTI:
Per l’impasto:
250 g di farina manitoba
250 g di farina di grano duro
300 g di acqua
12 g di lievito di birra
10 g di sale
60 ml di olio
10 g di zucchero
Per il condimento:
750 g di cipolle bianche o dorate
1 lt di acqua
una manciata di sale
una spolverata di pepe
350 g di salsa di pomodoro
50 g di concentrato di pomodoro
1 cucchiaino di zucchero
1 cucchiaino di bicarbonato
9 acciughe
origano q.b.
olio q.b.
200 g di caciocavallo tagliato a cubetti
Per la mollica:
80 g di pangrattato
50 ml di olio
PREPARAZIONE:
Preparate lo sfincione palermitano iniziando dall’impasto: sciogliete zucchero e lievito nell’acqua, mescolando con un cucchiaio.sfincione-palermitano_step1Versate poco alla volta il liquido nelle farine, quindi impastate con il gancio per incorporare gli ingredienti (potete anche impastare a mano, ma ci vorrà un po’ più di olio di gomito). Lavorate finché l’acqua sarà stata assorbita dall’impasto.sfincione-palermitano_step2Incorporate il sale e, a seguire, aggiungete l’olio poco alla volta, finché l’impasto sarà liscio ed elastico (ci vorranno circa 10-15 minuti). Coprite la ciotola con pellicola trasparente e fate lievitare l’impasto per 2 ore.sfincione-palermitano_step3Nel frattempo, preparate il condimento: tagliate le cipolle a fettine sottili, aggiungete sale e pepe e fatele cuocere con l’acqua per 20 minuti circa o finché l’acqua si sarà quasi asciugata.sfincione-palermitano_step4Unite la salsa e il concentrato di pomodoro, aggiungendo lo zucchero, il bicarbonato, 3 acciughe e un pizzico di sale, quindi fate cuocere a fuoco lento finché la salsa sarà densa. Spegnete e tenete da parte.sfincione-palermitano_step5Per la “mollica” che completerà lo sfincione: mescolate a freddo il pangrattato e l’olio (la consistenza dovrà essere umida). Tenete da parte.sfincione-palermitano_step7Trascorso il tempo di lievitazione, stendete l’impasto su una teglia ben oliata premendo con le mani e lasciate lievitare per un’altra mezz’ora.sfincione-palermitano_step6A seguire, distribuite 6 acciughe spezzettate sulla superficie dello sfincione. Spalmatevi sopra la salsa di cipolle, cospargete con abbondante origano e completate distribuendo sulla superficie il caciocavallo a cubetti e il pangrattato inumidito. sfincione-palermitano_step8Cuocete in forno statico pre-riscaldato a 250° per 20-25 minuti o finché la base dello sfincione sarà dorata.sfincione-palermitano_preparazioneMangiatelo caldo! Anche se io lo preferisco tiepido 🙂ricetta sfincione palermitano ricetta sfincione palermitanoUna vasata e alla prossima ricetta!